Prestito sociale

Home Prestito sociale

Come funziona
il Prestito Sociale

Il prestito effettuato dai soci alla Società rappresenta un contributo essenziale al conseguimento dello scopo mutualistico ed alla realizzazione dell’oggetto sociale.

 

I prestiti possono essere con restituzione a vista o vincolati per un determinato periodo di tempo; le remunerazioni riconosciute sui prestiti sono differenziate in modo da privilegiare, per la loro maggiore utilità per la Società e maggiore coerenza per le proprie finalità, i prestiti vincolati, anche attraverso l’abbinamento del vincolo temporale alla possibilità di ottenere la restituzione a vista di una parte del prestito.

 

Gli interessi corrisposti sui prestiti dei soci persone fisiche e l’importo complessivo dei prestiti effettuati da ciascun socio persona fisica non possono superare i limiti massimi in vigore per l’applicazione delle agevolazioni fiscali che li riguardano.

 

La raccolta del risparmio non è consentita nei confronti dei soci che siano iscritti nel libro dei soci da meno di tre mesi, non può prevedere l’utilizzo di strumenti a vista o collegati all’emissione o alla gestione di mezzi di pagamento e deve rispettare i criteri e i limiti patrimoniali stabiliti dalla legge.

 

I prestiti sono utilizzati dalla Società unicamente per il conseguimento dell’oggetto sociale, nei termini e con modalità compatibili con la remunerazione riconosciuta ai soci che li hanno effettuati e con le scadenze previste per il loro rimborso.

 

Le modalità di raccolta e di restituzione dei prestiti con destinazione generale sono disciplinate da un apposito Regolamento predisposto dal Consiglio di amministrazione e approvato dall’Assemblea.

 

I prestiti direttamente collegati alla realizzazione di specifici programmi sono disciplinati dal Regolamento.

 

Non costituiscono raccolta di risparmio i depositi vincolati versati dai soci assegnatari o fruitori di particolari servizi e prestazioni la cui restituzione possa avvenire soltanto alla conclusione del rapporto instaurato con la Società. Tali rapporti sono disciplinati dal Regolamento relativo al servizio o all’attività ai quali sono collegati o dal contratto stipulato dal socio con la Società.